Regione Marche: contributi a fondo perduto per riqualificazione degli impianti sportivi

Con decreto n. 76 del 06 settembre 2017, la Regione Marche assegna 2 milioni e 400 mila euro per l’attuazione di interventi di riqualificazione degli impianti sportivi di proprietà pubblica esistenti.

Con questa misura si intende favorire la riqualificazione della rete degli impianti sportivi di proprietà pubblica presenti sul territorio marchigiano, per garantirne la fruibilità e la piena sostenibilità gestionale e per offrire la possibilità a tutti i cittadini di poter praticare sport in impianti adeguati e conformi agli standard di sicurezza.

I contributi sono destinati agli impianti sportivi pubblici esistenti che risultano nel censimento dell’Osservatorio impianti Sportivi Coni–Regione e sono destinati alla riqualificazione, ammodernamento, ampliamento, efficientamento energetico, messa a norma e abbattimento delle barriere.
“Per efficientamento energetico si intendono interventi finalizzati alla riduzione di consumi energetici o all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili mediante la realizzazione di impianti per la produzione di energia quali ad es. impianti fotovoltaici, mini eolici, collettori solari termici, impianti di cogenerazione e rigenerazione, caldaie a maggiore efficienza, caldaie a condensazione, impianti radianti a bassa temperatura, pompe di calore ecc. compresi interventi di coibentazione ed isolamento termico, di sostituzione di serramenti e infissi, di riduzione delle dispersioni termiche o di realizzazione di impianti d’illuminazione a LED”.

Il finanziamento è a fondo perduto in misura non superiore al 50% della spesa ammissibile e comunque entro il limite massimo di 75 mila euro.

Possono accedere ai contributi regionali previsti dal bando:

  • Enti locali (Province, Comuni, Comunità Montane),
  • Unioni di Comuni,
  • Università delle Marche
  • Enti di promozione sportiva, Federazioni sportive nazionali, federazioni sportive paralimpiche, riconosciute dal CONI e/o dal CIP e discipline associate riconosciute a carattere nazionale e presenti a livello regionale;
  • Associazioni e Società sportive dilettantistiche, di cui all’articolo 90, comma 17, della l. 289/2002 e successive modificazioni, iscritte al registro CONI da almeno 2 anni precedenti quello di presentazione della istanza di contributo, nonché regolarmente affiliate alle federazioni sportive nazionali, alle discipline sportive associate, agli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e/o dal CIP e costituite con atto pubblico, scrittura privata autenticata o registrata

Le risorse saranno ripartite per la quota del 50% a favore di istanze provenienti da enti locali – Comuni, Province, Università. La restante quota del 50% a favore di istanze provenienti da altri soggetti come società sportive, Enti promozione sportiva, iscritte da almeno due anni al registro Coni che hanno in gestione un impianto pubblico per oltre sei anni.

Ogni soggetto titolato può presentare un solo progetto. Devono essere presentati interventi con progettazione definitiva e con parere del Coni. È possibile sommare altri finanziamenti privati e mutui (Convenzione Anci – Ics per contributi in conto interessi a tasso zero).

La domanda dovrà essere presentata esclusivamente tramite accesso al seguente indirizzo:  https://sigef.regione.marche.it

a partire dalle ore 11 di martedì 3 ottobre 2017 fino alle ore 11 di mercoledì 15 novembre 2017.

Maggiori informazioni: https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Turismo-Sport-Tempo-Libero/Bandi-di-finanziamento?id_9311=536